CIPOLLA

Nome comune: cipolla
Famiglia:
Liliacee
Specie:
Allium cepa

 

Descrizione


Le cipolle, al pari dei loro affini, sono tra i più antichi ortaggi della terra: vengono menzionate già nei documenti egizi, come anche in antichissime fonti cinesi.

La cipolla è una pianta erbacea, che al momento della crescita sviluppa foglie affusolate e cave, appuntite e rigonfie nella parte inferiore. La parte basale delle foglie poi, diventa sempre più spessa, carnosa e succulenta, andando a formare il bulbo, che è la parte edibile della pianta. La maturazione del bulbo si nota quando la parte superiore delle foglie appassisce e si piega a terra.
Le varietà di cipolla si differenziano tra di loro per l’aspetto esteriore (colore e forma); per l'utilizzo finale (consumo fresco, stoccaggio, produzione industriale); per il periodo di raccolta (cipolle primaverili estive ed autunno invernali).
Sono presenti in numerose varietà: piatte, tonde, ovali, a trottola, bianche, giallo-dorate e rosso-violacee. Tra le più comuni troviamo:

CIPOLLA MUSONA TONDA, di grandi dimensioni, di forma sferica e di colore bianco
CIPOLLA TONDA DI MILANO, dalla polpa bianca con striature rosse
CIPOLLA VERDINA DI FIRENZE, dalla caratteristica forma di trottola, a buccia rossa ottima consumata fresca
CIPOLLA DORATA DI PARMA, rotonda, caratterizzata dalla buccia di colore giallo
CIPOLLA ROSSA DI TROPEA, dalla buccia di colore rosso-violaceo, può essere tondeggiante, ovoidale o a trottola
Inoltre molto consumato è anche il CIPOLLOTTO, una cipolla molto giovane che non ha ancora, o comincia appena, a formare il bulbo tondeggiante, con lunghe foglie verdi, ideale per il consumo a crudo


Proprietà nutritive


La cipolla, dal sapore molto dolce, contiene sali minerali quali ferro, calcio, fosforo e una discreta quantità di vitamine, C, A e del gruppo B. Sono presenti inoltre oligoelementi come zolfo e fluoro, flavonoidi e un ormone vegetale dall’azione antidiabetica.
I contadini di tutto il mondo hanno sempre visto nella cipolla il quotidiano “ cibo della salute”.
Infatti i meriti delle cipolle non sono dovuti tanto alle loro proprietà nutritive, quanto alle loro qualità extranutrizionali.
Sull'organismo hanno un forte effetto antibatterico, depurativo e diuretico; rigenerano le cellule, purificano le arterie, eliminano l'eccesso di acido urico ed hanno un effetto lassativo.
Sono da considerarsi anti raffreddori naturali, sono coadiuvanti nelle malattie respiratorie quali tosse e bronchite.
Sono un vero e proprio integratore naturale utile a rinforzare il sistema immunitario, aiutando il recupero di energia e salute.

Usi in cucina


L'ideale, per godere delle proprietà terapeutiche e preventive, è il consumo a crudo, soprattutto quando giovani o di qualità dolce, di solito tritate nel pinzimonio o aggiunte a fettine nelle insalate.
In cucina sono di solito utilizzate come condimento aromatizzante: molte ricette iniziano con “imbiondire della cipolla in un tegame.....”; possono benissimo essere utilizzate per preparare zuppe e minestre aromatiche, come ripieno per torte rustiche, negli stufati di ortaggi misti, lessate o cotte al forno, in agrodolce e nelle salse.
La cipolla è utilizzata anche per preparare marmellate da gustare con i formaggi.

Ricette